Roberto Mascotto - Creazioni d'arte

< > COMODINO MAGGIOLINO INTARSIATO

Art. 125

Vi sono molti mobili in stile “Maggiolini” in commercio, ma pochi presentano le particolari caratteristiche di legni e di lavorazione che il pezzo da Voi acquistato può vantare. Già ad un primo colpo d’occhio esso dà un’impressione di morbidezza che spinge a passarne la mano sulla superficie per accertarsi che sia veramente così morbido come sembra. E non si rimane delusi.
Questa particolare morbidezza è il risultato di una attenta lavorazione che prevede l’uso di gommalacca applicata manualmente con tampone, l’uso della pietra pomice ed una particolare cura nello sfregare ed ingrassare il legno.
Uno speciale processo di invecchiamento conferisce inoltre al pezzo il suo inconfondibile aspetto: rovinii, finti tarli, ammaccature
che riproducono líeffetto del tempo vengono trattati e valorizzati con polvere invecchiante. Questa polvere, inoltre, entrando nei micropori del legno, ne mette in risalto la venatura.
La tinta, data a pennello e tirata con panni, contribuisce a creare quelle sfumature che ravvivano l’aspetto del mobile. La cera naturale che stendiamo alla fine gli conferisce invece la tipica lucentezza. Tutti questi passaggi sono eseguiti a mano con l’ausilio di pochi e semplici strumenti usati con la sensibilità e la maestria che i nostri lucidatori hanno acquisito per
lunghissima esperienza.
Anche gli intarsi sono eseguiti esclusivamente a mano, con l’uso del traforo. Le irregolarità che si possono talora notare diventano dunque pregi, e non difetti, che permettono di distinguere un pezzo dall’altro. Vengono utilizzati per il lavoro di intarsio solo legni pregiati: Bois de rose (Brasile), Palissandro santos (Sud America), Noce nazionale (Italia), Bubinga (Nord Africa), Acero (Europa). Nello specifico, questi legni sono spessi 1 mm e vengono ancorati ad un massellino di Abete o di Pioppo.
Poichè il legno è un materiale vivo che risente delle variazioni di temperatura e di umidità delle nostre case (soprattutto d’inverno con il riscaldamento a termosifoni), è possibile che, con il trascorrere dei mesi, questi legni subiscano leggeri assestamenti. Anche in questo caso non si tratta di difetto ma di un pregio, in quanto il telaio e la decorazione del mobile in
questo modo maturano e si stabilizzano.
Le schiene sono in massello di Abete intelaiato, mentre i cassetti, uniti a coda di rondine, sono in massello di Faggio.

N.B.
La gommalacca è una resina naturale che viene sciolta con alcool per poter essere applicata: attenzione a non adoperare alcool sul mobile né liquidi contenenti alcool. La gommalacca teme l’umidità, quindi prestare attenzione a non bagnare con acqua il mobile. Se ciò avvenisse, asciugare subito con carta assorbente.

Morbidezza e trasparenza sono caratteristiche costanti
dimensioni 55 x 37 x 64 h

comodino maggiolino intarsiato comodino maggiolino intarsiato comodino maggiolino intarsiato comodino maggiolino intarsiato